Un esordio positivo e convincente, ma il cui risultato finale lascia inevitabilmente un pizzico di amaro in bocca. La “prima” stagionale di Damiano Fioravanti nella European Le Mans Series ha messo in risalto le doti del giovane pilota dell’Oregon Team, capace di conquistare una splendida pole position nella classe LMP3 al Sabato, prima di vedere sfumare il podio di categoria a causa di una serie di circostanze poco favorevoli.

E’ questo in sintesi il quadro della 4 Ore di Le Castellet per Fioravanti, per la prima volta impegnato in un week-end di gara al volante della Norma M30 schierata dalla scuderia lombarda. Un bilancio che comunque può ritenersi soddisfacente, soprattutto alla luce delle potenzialità messe in mostra dall’equipaggio che ha visto alternarsi al volante del prototipo spinto dal propulsore Nissan anche l’esperto Lorenzo Bontempelli ed il lituano Gustas Grinbergas.

Dopo aver primeggiato in occasione della giornata di test pre-stagionali andata in scena proprio sul tracciato francese, Fioravanti si è poi ripetuto anche durante le qualifiche, al termine delle quali è riuscito a svettare nella graduatoria LMP3 con il crono di 1:49.686 ed un solo decimo di vantaggio sul primo degli inseguitori. Un inizio praticamente perfetto, che autorizzava a sperare in una Domenica ricca di grandi soddisfazioni. Sfortunatamente però le cose in gara non sono andate nel verso sperato: dopo una partenza che ha visto Fioravanti cercare di farsi largo nel gruppo, il romano è risalito nelle posizioni di testa nella propria categoria, fino a quando non è stato costretto a finire in testacoda per evitare un contatto con un altro pilota, quest’ultimo resosi autore di una manovra azzardata al proprio rientro in pit-lane.

Dopo aver perso a causa di questo inconveniente circa 25”, Fioravanti ha ceduto dopo i primi due stint il volante della vettura a Lorenzo Bontempelli, mentre il giovane lituano Grinbergas è salito a bordo nell’ultima parte di gara: quest’ultimo, ancora a corto di esperienza, ha dapprima perso terreno dai primi trovandosi invischiato in una fase di bagarre, per poi dover cedere nel finale di gara la terza posizione di categoria, vedendo così sfumare un podio che sarebbe stato comunque ampiamente meritato per tutto il team.

Damiano Fioravanti: “Purtroppo non è stata la nostra giornata. Le premesse erano davvero molto buone: avevamo realizzato il miglior tempo sia nella giornata di test che in qualifica, dunque almeno un piazzamento sul podio rappresentava un obiettivo alla nostra portata. Sfortunatamente, in una gara così lunga gli inconvenienti sono sempre dietro l’angolo ed in questa occasione la fortuna non è stata dalla nostra parte. Subito dopo la partenza sono stato rallentato da alcune LMP2 che mi hanno fatto perdere terreno prezioso, ma ciò nonostante sono riuscito a riportarmi in terza posizione e con un buon passo gara. Poi un’altra vettura ha effettuato una manovra azzardata all’ingresso della corsia box e per evitarlo sono stato costretto a finire in testacoda, rovinando anche le gomme. Peccato poi aver dovuto rinunciare al podio in extremis, ma rimane comunque la soddisfazione per aver colto un buon piazzamento e per il grande potenziale espresso nel corso del week-end. Il team ha svolto un lavoro straordinario ed anche l’intesa con i miei compagni di squadra è stata ottimale. Adesso guardiamo avanti con fiducia, vogliosi di fare bella figura nell’appuntamento di casa”.

Damiano Fioravanti tornerà infatti in pista nel prossimo appuntamento della European Le Mans Series, in programma sul circuito di Monza nel week-end del 10-12 Maggio, il quale sarà a sua volta seguito dalle sfide previste a Barcellona, Silverstone, Spa Francorchamps e Portimao.

Follow me!