Non è purtroppo andato secondo le aspettative il weekend di Damiano Fioravanti, impegnato nel terzo appuntamento stagionale della World Series Formula V8 3.5 a bordo della potente Dallara-Gibson del team RP Motorsport Racing. La tappa sul circuito di casa non ha infatti portato molta fortuna al giovane pilota romano, costretto in entrambe le manche a dover alzare bandiera bianca dopo un promettente avvio.

Dopo aver messo in luce un costante miglioramento nell’arco delle varie sessioni di prove libere e qualifiche, con distacchi di volta in volta sempre più ridotti rispetto ai ben più esperti piloti di testa, Damiano ha preso il via di Gara-1 dalla quarta fila dello schieramento. Sfortunatamente in Prima Variante si è trovato dinnanzi a sé la vettura del brasiliano Pietro Fittipaldi che procedeva a rilento, costringendolo a deviare repentinamente sulla ghiaia e a perdere numerose posizioni. Nonostante l’intoppo iniziale e le gomme in condizioni tutt’altro che perfette, il 20enne pilota romano si è rimesso in marcia con un buon passo, almeno fino a quando un problema al cambio non lo ha costretto ad interrompere la propria rimonta dopo sole cinque tornate.

Archiviata la prima prova del weekend, tutte le aspettative si sono a quel punto riversate su Gara-2, che vedeva il giovane pilota del team RP Motorsport Racing prendere nuovamente il via dall’ottava casella in griglia. Dopo un ottimo avvio, Fioravanti si è ritrovato in Prima Variante a battagliare con il russo Orudzhev, il quale lo ha speronato danneggiando a sua volta l’ala anteriore della sua monoposto. Un contatto che ha pesantemente compromesso l’assetto della monoposto del driver italiano, al punto che poche curve più tardi Damiano è stato tradito da un improvviso sovrasterzo della vettura che lo ha spedito contro le barriere alla seconda curva di Lesmo.

Tanto rammarico dunque a conclusione del weekend, ma altrettanta fiducia nei propri mezzi e determinazione, indispensabile per affrontare nel migliore dei modi il prosieguo del campionato, già a partire dalla prossima tappa in programma il 27-28 maggio sul circuito spagnolo di Jerez de la Frontera.

Damiano Fioravanti: “Purtroppo il weekend non è andato come avremmo voluto, visto che ci tenevo in modo particolare a fare bene qui sulla pista di casa. Ma anche queste sono le corse: a volte capitano dei fine settimana in cui, nonostante tutto l’impegno profuso, i risultati non arrivano anche a causa di fattori imponderabili. Però tutto questo mi servirà come ulteriore esperienza per il futuro: ho avuto modo di migliorare ulteriormente il feeling con la vettura e penso che ci saremmo potuti togliere delle belle soddisfazioni se tutto fosse andato liscio. Un peccato, ma adesso punto soltanto a rimanere concentrato sulla prossima gara a Jerez, dove già nel corso dei test invernali mi ero espresso in maniera positiva”.

Tra le note liete del weekend da sottolineare comunque l’eccellente risultato di squadra conseguito dal team italiano diretto da Fabio Pampado, il quale ha piazzato entrambi i piloti superstiti sul podio in occasione di Gara-2, dopo il secondo posto ottenuto da Roy Nissany nella prima prova.

Infine, da segnalare anche l’affetto e la presenza di numerosi tifosi al seguito di Damiano durante tutto il fine settimana a Monza: un calore ed un supporto che sicuramente costituiranno una spinta ulteriore nel corso della sua prima stagione nel prestigioso campionato internazionale promosso da RPM Mktg.

Follow me!